La Legione a Be Comics Padova!

Dal 17 al 19 marzo 2017 la Legione Degli Artisti ha partecipato alla prima uscita di “gruppo” all’evento Be Comics, a Padova.  Al tavolo si sono alternati 14 disegnatori nelle diverse giornate.
Abbiamo pensato fosse carino ricordare le giornate scrivendo ognuno la prossima impressione. Ecco quindi il nostro resoconto delle varie giornate!
Durante le 3 giornate abbiamo fatto estrarre dei foglietti da una scatola a tutti i disegnatori. Conteneva dei soggetti ideati dai disegnatori che non potevano essere presenti in fiera in quei giorni. Qualche esempio?

  • Conigli subaquei;
  • Elefante di colore magenta con 6 occhi, al posto delle orecchie delle ali con piume a forme di forchette ed un orologio antico nella pancia che però ha 13 ore invece di 12;
  • La mascotte della legione in forma di pizza con l’ananas
  • Faccia di leone con due bocche ai posti degli occhi, occhi al posto delle narici e un fisarmonica al posto della bocca
  • e molte altre sullo stesso stile 😀

Sara Michieli

Organizzatrice Legione degli Artisti

Che dire di questa esperienza? Sicuramente è stata faticosa, cercare di coordinare i ragazzi, organizzare la promozione per avere il materiale pronto in tempo e far coincidere tutto con gli impegni lavorativi ma devo assolutamente dire che ne è valsa la pena.

LO SPAZIO E LA FIERA
L’area comics era all’interno del Centro Culturale San Gaetano, un bellissimo spazio, luminoso sia grazie alla luce naturale che filtrava dalle ampie vetrate che dai faretti. Avevamo a disposizione 3 tavoli e ci siamo stati alla perfezione, anche con la possibilità di collegarci alle prese elettriche. Per quanto mi riguarda (a parte un intoppo con il parcheggio e il traffico il venerdì mattina) la gestione da parte degli organizzatori è stata ottima nei nostri confronti. Abbiamo ritirato i pass appena arrivati e non abbiamo avuto alcun problema. Denise, una volantaria, e altri colleghi, sono passati spesso per chiederci se tutto era ok, se avevamo bisogno di qualcosa ecc.

LE GIORNATE CON LA LEGIONE
Non posso dire nulla se non che sono state tre giornate splendide, passate assieme ad altri disegnatori, chi alla prima esperienza chi non. È stata anche la prima occasione per promuovere il nostro libro dedicato a gli Yokai  e abbiamo avuto veramente tantissimi riscontri positivi! Abbiamo raccolto i contatti di chi poteva essere interessato a saperne di più e siamo arrivati, in 2 giorni (perchè abbiamo inziato sabato) a 45 contatti! Veramente tantissimi per noi!
Sono contenta che per chi è stata la prima esperienza sia stata un’occasione utile anche per capire il valore del proprio lavoro grazie anche al rapporto con gli altri.

Ho conosciuto tantissimi disegnatori interessanti e molti amici sono passati a trovarci. L’atmosfera che si respirava durante il festival (fatta di creatività, divertimento, solidarietà tra disegnatori) non l’ho sentita in molti altri eventi, se non ad esempio durante l’evento dedicato a fumetti che preferisco il Treviso Comic Book Festival!

Andrea Moretto

Organizzatore Legione degli Artisti

La mia impressione non può che essere positiva, a parte la naturale stanchezza che alla fine del terzo giorno mi ha fatto crollare. Per tutto l’evento c’era una sana atmosfera frizzante, chi veniva a trovarci era curioso di conoscerci e di conoscere il nostro lavoro. Tutti nello staff di Be Comics hanno sempre avuto molta attenzione ed hanno dato risalto e dignità a tutti gli artisti presenti, cosa non da poco!

Paola PAndtasia Andreatta

Mi sono trovata moto bene con tutti voi. Ho scoperto che il tempo passa più veloce e che si alleggerisce di molto la fatica rispetto all’andare in fiera da soli.
Se io non avevo o non sapevo qualcosa, qualcun altro poteva compensare facilmente le mancanze.
Mi è piaciuto essere tra persone a me tanto diverse, ma con in comune questa grande passione che è il disegno.
Ho potuto ricevere consigli e mi sono spinta a darne un paio se potevo.
Ho venduto solo uno sketch ma per me è stato il più bel guadagno di tutti:  vedere la bambina incantata sul mio disegno, vedere che voleva rimanere lì a guardarmi disegnare e che era disposta a mandare avanti la sua famiglia  e restare là da sola mi ha davvero scaldato il cuore!
Mi ha dato l’idea che stessi facendo qualcosa di importante. Mi ha reso felice, credo, più di quanto lo fosse lei con in mano la sua sirena!

Marika Mercadante

Becomics Padova, la mia prima esperienza in fiera con al collo il cartellino da “espositore”, al fianco di tanti altri talentosi artisti. E come prima edizione posso solo dire: magari fossero tutte così! Il centro culturale meraviglioso, lo staff gentile e cordiale, gli stand fornitissimi, con gli autori disponibili ad autografare e dedicare volumi, l’area delle autoproduzioni ricca di novità e di idee originali da non lasciarsi sfuggire. Ma più di tutto il clima.

Il clima che si respira ad un evento del genere raramente lo si trova da altre parti. Stare insieme ad altre persone, artisti e non, appassionate di arte, crea un legame invisibile, quasi come se infondo ci si conoscesse un po’ tutti anche senza essersi mai stretti la mano. Sicuramente per i visitatori è un’occasione per non lasciarsi sfuggire l’ultimo albo illustrato dall’autore preferito o la dedica del personaggio ospite dell’evento, ma ancora di più, per gli artisti, è un’incredibile esperienza per ricevere consigli e confrontarsi con gli altri, per condividere progetti, sogni e ritornare a casa con la voglia di migliorarsi, ispirati e ricaricati più che mai 🙂

Nelle foto: Una Chun-Li per ringraziare il mitico Matteo Batetta, offertosi di riaccompagnarmi a casa ancora prima di avermi conosciuta (!) e un’opera originale di Antonio De Fabris, artista eccezionale conosciuto in fiera, che con questo regalo mi letteralmente lasciata senza fiato!

Susanna Monti Nia

Durante la giornata di sabato 18 marzo, ho fatto parte del gruppo de La Legione degli Artisti, presso il Be Comics – Padova.
Sono rimasta super soddisfatta, è stata la mia prima esperienza “dall’altra parte del banco” e, nonostante un po’ di giustificato timore iniziale, la giornata è trascorsa nel migliore dei modi in gradevole compagnia! 
Ho avuto modo di poter scambiare qualche parola con diversi autori che stimo e seguo, rubacchiato svariate dediche e conosciuto persone in gambissima!
Non vedo l’ ora di ripetere l’ esperienza, è stata una delle giornate più belle della mia vita 😀

Matteo Batetta

Le fiere con la Legione sono un evento a cui partecipo sempre volentieri: il gruppo cresce, matura, e prima di evolversi in artisti completi si diventa amici. Il rapporto con il pubblico è sempre gradevole, ed al BeComics ho rivisto i vecchi membri del club di fumetto dell’università che allora si chiamava Carta Bianca: emozionante!

Silvia Vanni

Impressioni direi positive. Malgrado sia venuta solo di venerdì, che credo sia stato il giorno più tranquillo, devo dire che l’interesse da parte degli esterni c’era. Internamente parlado mi sono trovata bene, siete stati tutti gentilissimi e divertenti.
Ottima l’idea del disegno casuale che era davvero divertente. Non oso immaginare cosa è venuto fuori quando lo stand era al completo!
Il mio leone con le bocche al posto degli occhi, gli occhi al posto delle narici e la bocca a forma a fisarmonica vi saluta!

Alessandra Baccaglini

Non sono ancora abituata a vedere le fiere “dall’altra parte” del banchetto, le ho sempre girate da spettatrice. Trovarmi dal lato dei disegnatori, con gli sketch da fare senza pensarci troppo, la gente che si ferma e ti chiede incuriosita cose sul tuo lavoro, consigli su come migliorare o che strada prendere, o che si ferma semplicemente per farti dei complimenti sinceri vedendo qualche tuo disegno mi mette ancora mooolto in soggezione. Sembra tutto stranissimo, ma l’atmosfera di questa fiera era talmente bella che la paura è passata subito, merito anche del gruppo, che ti fa sentire meno sperduto e incapace. Il “più siamo, meglio è” credo riassuma bene queste giornate, visto che durante la fiera diversi tavoli si sono aggiunti al nostro, per farsi forza a vicenda.

Silvia Schiavon

Be Comics non è stata la mia prima fiera vissuta da “dietro al tavolo“, ma è stata la prima in cui ho cercato di proporre delle cose di mia “produzione” per la vendita, perciò sono arrivata disorganizzatissima e piena di strizza. Non sapevo cosa aspettarmi, non sapevo che fare e non conoscevo più di metà dei membri della Legione degli Artisti con cui avrei dovuto dividere il tavolo… Insomma, un’introversa come me era totalmente fuori dal suo habitat!

Ho adorato questa esperienza, alla fine, una volta rotto il ghiaccio, ho conosciuto tantissime persone interessanti, sia autori che visitatori, ho imparato tantissime cose (la più dura è stata continuare a disegnare pur avendo accanto delle persone che mi sembravano dei mostri di bravura XD) ed ho avuto tantissimi spunti interessanti per delle nuove idee. L’atmosfera conviviale e familiare che si era creata dietro al nostro banchetto è stata una delle cose più belle e uno dei ricordi che terrò più cari.

Unici tasti dolenti della fiera forse l’organizzazione poco “organizzata”, passatemi il gioco di parole, e lo scarso interesse dei visitatori (magari anche a causa mia, la prossima volta proverò a portare cose diverse e chissà… 🙂 ), ma tutto sommato essendo la prima edizione di questa fiera penso che siano problemi sorvolabili e che ci siano ampissimi margini di miglioramento!

Comunque, tirate tutte le somme, nonostante l’inaspettata fatica che è costato partecipare a questa fiera e i piccoli disguidi, l’unica cosa che ho da dire è che non vedo l’ora di rifarlo!

Mattia Modde

BeComics ha nel nome il suo segreto: una fiera nella quale si respira aria di fumetto.

Personalmente mi sono sentito parte del “tutto”, circondato da autori emergenti e professionisti del settore con i quali ho potuto chiacchierare e scambiare opinioni, ma soprattutto vedere al lavoro (sempre affascinante vedere le linee comporre il disegno). Ottima anche la location, posizione centrale che è decisamente cool, unita ad ambienti espositivi molto evocativi e funzionali (chicca delle chicche il wi-fi gratuito!).

Quindi direi che la formula della fiera Padovana funziona e si può riassumere in “BeComics=BeHappy”.

Mika Madden

Grazie alla Legione degli Artisti ho potuto provare l’esperienza di poter disegnare con altri compagni ad una fiera ed è stato molto bello. Per l’emozione non sono riuscita a produrre molto ma ho imparato alcune cose utilissime sul valore dei lavori che faccio e sull’atteggiamento da avere. Ne farò tesoro e sicuramente le prossime volte andrà meglio: non vedo l’ora di ripetere l’esperienza!

studiopazzia

Ripensando a Be Comics sono molti i momenti, le esperienze e i volti che mi si riaffacciano alla mente. Ce n’è uno che piacevolmente mi arriva prima degli altri: l’esperienza di workshop rivolto ai bambini delle elementari fatta con Andrea.
Fare fumetti é un’esperienza il più delle volte di estremo individualismo. Anche quando si lavora in gruppo, superata la fase di studio, ci si ritrova a creare un’opera in solitudine. Quest’opera, non va dimenticato, ha sempre il fine di comunicare .
Per questo é così importate che, già così presto, un bambino possa avere l’opportunità di fare la duplice esperienza di creare e condividere. Le storie parlano di persone ed é solo tramite l’incontro con l’altro che ci si può conoscere.
Un plauso, perciò, a Be Comics per la sensibilità dimostrata nel fare cultura del fumetto e un grazie alla Legione per l’occasione concessami.